Come vestirsi in palestra: consigli per l’uomo di classe

Un pantalone e una t-shirt: sembra così semplice vestirti per praticare attività sportiva… In realtà non ci si può accontentare della prima maglia che si trova nell’armadio e del primo pantalone, perché anche la palestra, oggi, è diventato un luogo in cui è necessario essere sempre in perfette condizioni e presentabili, nonostante gli sforzi e gli allenamenti. Com’è possibile? La moda è entrata ufficialmente negli spogliatoi e questo implica che, anche quando riponete la vostra camicia, magari un modello artigianale Severini, nel borsone dopo una lunga giornata di lavoro, siete chiamati ad indossare capi che abbiano stile, che siano alla moda e che esaltino la vostra struttura fisica, oltre che essere funzionali, come richiede il contesto.

Ovviamente, nella scelta del look sportivo non bisogna mai dimenticare che l’obiettivo della palestra è quello di fare attività sportiva, quindi l’abbigliamento dev’essere comodo e pratico per il movimento. Noi consigliamo comunque di indossare indumenti molto semplici ma di tendenza e suggeriamo di evitare capi eccessivamente colorati, optando per un minimal classico con cui non si sbaglia mai. D’altronde, lo stile e l’eleganza non devono mai essere sottovalutati, nemmeno in palestra, che è comunque un luogo di incontro e di aggregazione. Ormai, infatti, le palestre non sono più solamente degli spazi in cui allenarsi e scaricare le energie negative accumulate durante la giornata lavorativa: sempre più spesso qui si svolgono veri e propri meeting di lavoro tra un attrezzo e l’altro, incontri decisivi e si stringono rapporti che possono avere una certa importanza nel proprio lavoro. Quindi perché mostrarsi in una veste non propriamente presentabile, quando ci si può vestire con stile ed eleganza con piccoli accorgimenti?

Iniziamo con le t-shirt, i capi più rappresentativi dell’abbigliamento sportivo. Potete acquistarne di tantissimi tipi in base al materiale e alla forma ma noi vi consigliamo di scegliere sempre modelli altamente traspiranti per evitare la formazione di macchie di sudore eccessive. Alla luce di questo, il cotone è sempre la miglior soluzione, soprattutto quando il capo è di colore scuro. Molto valide sono quelle proposte da Decathlon, economiche e funzionali, ma sono ottime anche quelle Puma, marchio tedesco sinonimo di affidabilità. Tuttavia, una valida alternativa al cotone sono i tessuti tecnici, studiati appositamente per chi pratica attività sportiva: sono capi di moderna concezione che permettono ai liquidi di uscire rapidamente senza accumularsi sulla pelle, quindi riducono la formazione degli odori e permettono di rimanere asciutti più a lungo. Le maglie Nike Pro sono quelle che raccomandiamo per un look grintoso, di stile ma adeguato al contesto. A proposito di stile, ci teniamo a fare un appunto: quando parliamo di t-shirt, ovviamente, ci riferiamo ai capi dotati di manica, sia questa lunga o corta. Nell’ottica di scegliere un capo per la palestra, infatti, consideriamo non adeguata qualsiasi maglia senza maniche per una questione di decoro e di eleganza, soprattutto quando si ricopre una posizione di un certo livello, con la possibilità di incontrare colleghi, clienti o personaggi di spicco. Le magliette tecniche sono elastiche, aderenti e non intralciano in alcun modo i movimenti, garantendo la massima libertà e flessibilità in ogni circostanza.

Sopra la t-shirt, è d’obbligo indossare una felpa, soprattutto nella stagione fredda e nelle pause tra un esercizio e un altro: scegliete un modello con la zip come quelle proposte da EA7, la linea sportiva Emporio Armani che veste anche diverse nazionali olimpiche del nostro Paese. I modelli blu con logo dorato sono elegantissimi e raffinati.

Per quanto riguarda i pantaloni, lunghi o corti non fa differenza, l’importante è che se si opta per gli shorts, questi coprano almeno la metà della coscia. In palestra si consiglia di indossare pantaloncini leggeri, pratici e abbastanza morbidi, in modo tale che il movimento non venga in alcun modo bloccato. Se avete un fisico già palestrato o, comunque, avete una buona fisicità, potete optare per i modelli anatomici come quelli proposti da Under Armur o da Nike: la linea Pro prevede anche diversi modelli di calzoncini lunghi o corti, aderenti e perfetti per la palestra. I pantaloni corti anatomici possono essere indossati anche sopra i leggins termici nel periodo invernale, soprattutto se si prevede di compiere allenamenti in ambiente esterno, oppure possono essere indossati al di sotto dei classici pantaloncini da palestra, come quelli proposti da Decathlon o da Puma, leggeri e traspiranti. Indossati al di sotto permettono di offrire una buona compressione al muscolo, che in questo modo lavora molto meglio, ma anche di tenere la muscolatura al caldo, evitando in questo modo strappi e stiramenti che possono essere molto dolorosi. Noi, per una questione di stile, proponiamo questa seconda opzione, in modo tale da non indossare esclusivamente un pantalone aderente che segna tutte le forme. Questi stessi pantaloncini, anche nel modello più lungo, si possono comodamente indossare al di sotto dei classici pantaloni di tuta, come quelli proposti da Adidas, ideali per le attività di tipo cardio, così come quelli EA7, perfetti anche per lasciare la palestra con stile dopo l’allenamento. Anche in questo caso, il nostro consiglio è quello di optare per il nero, un colore elegante nella sua essenza, che si abbina sempre con tutto.

Lo stesso principio della compressione viene utilizzato da specifiche calze pensate per l’attività sportiva, in modo tale da accompagnare il muscolo nel suo lavoro: se volete dare una nota di colore al vostro stile, sceglietele in una delle tante tonalità disponibili, ricordando che il nero si abbina sempre con tutto, tranne che con il blu (i dettagli sono fondamentali). Nella linea Puma trovate tantissimi modelli nei più svariati colori, sta solo a voi scegliere quello più adatto.

Questa è la nostra idea di stile in palestra per l’uomo che non vuole rinunciare all’eleganza e alla classe anche durante l’allenamento, scegliendo però capi consoni ed adeguati all’attività che sta svolgendo. E voi, come vi vestite quando vi recate agli allenamenti?

Condividi sui social

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *