Il Made in Italy a Minsk per la Settimana della Moda Bielorussa

Non solo Milano, Parigi, Londra o New York. Tra gli appuntamenti da segnare per gli amanti del Made in Italy da quest’anno c’è anche la Belarussian Fashion Week, dal 24 al 29 ottobre, un appuntamento esclusivo che quest’anno ha parlato ancora di più italiano. È stato, infatti, il nostro Paese ad inaugurare l’evento: la prima sfilata è stata completamente Made in Italy. In particolare, la presenza dei brand italiani, vere eccellenze dell’artigianato della moda, è stata curata dalla CNA di Pesaro e Urbino, ente esperto nell’esportazione del fashion del nostro Paese visto che da anni organizza Moda Italia Minsk.

Sono stati 11 i brand che hanno avuto l’onore di aprire la BFW 2017, con una formula inusuale per gli eventi di questo tipo, dove le sfilate del Made in Italy si sono susseguite senza soluzione di continuità. Il fiore all’occhiello della proposta della CNA per la presentazione a Minsk sono state proprio le griffe che vi hanno partecipato: nell’ottica di esaltare il miglior prodotto Made in Italy, tutti i capi e i prodotti che sono stati portati sulla passerella sono stati progettati, realizzati e rifiniti nel nostro Paese. I brand che hanno sfilato, tra cui Corso Principe, rinomato per la produzione di borse e pelletteria a Pesaro e Urbino, Fontana, che produce scarpe d’eccellenza a Fermo, Max Fort, maison di moda uomo di Bologna e Carlo Forti, i cui cappelli prodotti a Fermo spopolano in tutto il mondo, hanno ottenuto un altissimo gradimento da parte della stampa bielorussa e del pubblico, sempre più sensibile al bello e, quindi, alla classe e allo stile del Made in Italy.

La CNA di Pesaro e Urbino è ormai di casa a Minsk, dove da 4 anni è impegnata nella presentazione di Moda Italia Minsk, un evento che agevola l’incontro tra i buyer e i brand d’eccellenza del nostro Paese. La Bielorussia, così come tanti altri Paesi dell’est Europa, sta lentamente conquistando sicurezza nel mondo della moda. Acquistare e possedere capi e accessori Made in Italy è motivo di vanto, un indicatore di stato sociale importante, a cui difficilmente, oggi, i più benestanti vogliono rinunciare. Per questo motivo l’esclusività dell’artigianato Made in Italy, la qualità e lo stile dei brand del nostro Paese sono oggi richiestissimi nell’Est Europa, dove i buyer fanno quasi a gara per conquistare l’esclusiva dei prodotti del nostro Paese.

Le camicie artigianali Severini per adesso sono un’esclusiva del mercato italiano ma non è detto che, in un futuro non troppo lontano, un giorno non possano valicare i confini nazionali per presentarsi al pubblico internazionale come eccellenza del Made in Italy.

Condividi sui social

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *