Lo stile di Damiano David (Måneskin) conquista tutti

L’ultima edizione di Xfactor, il talent show musicale di Sky ha regalato fortissime emozioni e sono tanti gli spunti di riflessione che possono essere tratti dal programma, non solo in ambito musicale. Tra gli aspetti che hanno contribuito a portare al successo l’ultima edizione c’è Damiano David, il leader dei Måneskin, la giovanissima band rivelazione che ha sconvolto tutti i sistemi e i pronostici. Al netto delle qualità musicali e canore della band, però, Damiano David ha colpito il pubblico per il suo modo di porsi e il suo stile, completamente fuori dagli schemi e da ciò che ci si potrebbe aspettare da un 18enne che vuole sfondare nel mondo della musica. È forse per questo motivo che il giovanissimo frontman ha conquistato tutti, nessuno escluso: dai Millenials alla Generazione X, uomini e donne, non c’è nessuno che, in qualche modo, non sia attratto da questo ribelle indomito. Lo “stile Måneskin”, impersonato in maniera eccellente da Damiano David, è ancora oggi oggetto di discussione e di interesse da parte di esperti di immagine e di comunicazione che si interrogano su quale sia il segreto di questo giovanissimo cantante capace di mettere d’accordo tutti, anche se non in modo uniforme. L’hanno definito l’icona fluida della sessualità italiana, un mix estremo di esagerazione, provocazioni e ammiccamenti che ridefiniscono in parte la definizione di sensualità. Damiano dei Måneskin, come ormai lo chiamano tutti, piace perché non si lascia costringere in gabbie predefinite ma si sente libero di essere quello che vuole: ecco, libertà è forse la parola che meglio descrive il suo modo di essere e di apparire, quella libertà che i ragazzi di oggi rincorrono per sfuggire ai canoni che la nostra società vorrebbe imporre loro. Damiano è un Millennials, è nato alla fine degli anni Novanta e incarna in sé tutto quello che i giovanissimi di oggi vorrebbero essere. Damiano si sente a suo agio con i copricapezzoli e gli stivali in lattex con il tacco a spillo, come si è mostrato durante un esibizione sul palco di Xfactor, così come con una giacca bon ton con reverse a contrasto di Fendi. Ecco dov’è la fluidità che mette d’accordo tutti, o quasi, perché se è vero che Damiano piace in maniera trasversale ai giovanissimi e agli adulti, è vero anche che conta diversi detrattori ma è inevitabile che il suo stile sia così divisivo: o lo ami o lo odi, con Damiano David non possono esistere delle vie di mezzo, il suo personaggio non è incline ai compromessi. Lo dimostra quando si presenta con i completi animalier, aggressivi ma allo stesso tempo sfacciatamente eleganti grazie al sapiente utilizzo di elementi che ne smorzano la forza, come la camicia con il collo alla coreana: questo tipo di colletto non è particolarmente diffuso ma c’è da scommettere che grazie a Damiano saranno tantissimi i giovani che riscopriranno la sua discreta eleganza. Certamente, non è da tutti vestire con un completo maculato ma lo stile di Damiano David ha infinite sfaccettature e questa è solo una delle tante, anche perché c’è chi dice che la vera anima di Damiano è quella boho, come lui stesso non manca di rimarcare quando pubblica le immagini sui suoi social. Sembra, infatti, che Damiano David abbia una vera predilezione per lo stile bohémien: colori tenui e mai accesi che si fondono con fantasie floreali e dettagli preziosi fanno parte del suo look ribelle ma a tratti vintage. Sono numerose le immagini che lo ritraggono con jeans a vita alta dall’ampia svasatura, indossati con camicie ampie over-sized con fantasie floreali ma, se c’è un elemento che non manca mai al look di Damiano è il cappello. È una sorta di modello fedora rivisitato, in cui la tesa è molto più ampia, abbinato sempre a gioielli molto vistosi, appariscenti ma mai banali, che Damiano sa indossare con grande capacità senza essere eccessivo. Ecco, forse, il segreto di questo giovanissimo ragazzo che ha imparato ad essere se stesso sempre, a vestire secondo quello che gli suggerisce il suo istinto senza seguire eccessivamente le mode, lui che adesso, evidentemente, sembra che le mode le crei. Se un ragazzo riesce ad essere se stesso indossando una camicia di richiamo Seventies ma anche un hot-pants di vinile, evidentemente ha acquisito una certa consapevolezza di sé. Le unghie smaltate, poi, fanno parte del suo stile sul palco come nella vita: lo smalto non deve mai mancare sulle dita del giovanissimo Damiano e per tanti questa può essere una provocazione al sistema, così come il trucco sugli occhi, ma chi pensa che Damiano David si comporti in un determinato modo per provocare, in realtà, non conosce bene la storia di questo ragazzo e non lo ha seguito sui social, dove già da tempo lui si diverte a posare in situazioni ambigue, molto particolari. Anche il suo modo di porsi fa spesso discutere, perché un giovane come lui così disinibito e così sicuro davanti ai microfoni non è comune, eppure la sua è una innata verve alternativa e irriverente che non ha nulla a che fare con le provocazioni.

Non è facile dire chi sia Damiano David ma è sicuramente uno dei personaggi che negli ultimi tempi ha fatto più discutere in fatto di stile e di tendenze. Tuttavia, c’è già chi nota dei cambiamenti nel suo modo di fare e di apparire. Sono tanti i giornalisti che si sono occupati di lui in questi mesi, che lo hanno seguito e che continuano a seguirlo agli eventi a cui partecipa ed è a tutti chiaro che sia in corso una sorta di evoluzione del personaggio, quasi un tentativo di ripulitura dell’immagine da ribelle dannato che è stata, invece, il suo marchio di fabbrica all’interno del talent. Difficilmente rivedremo ancora Damiano con le canottiere in rete e i copricapezzoli, sostituito da un look meno aggressivo e meno borderline, il che non dev’essere necessariamente visto come un elemento negativo per la sua immagine. Damiano David non ha ancora vent’anni ed è normale che sia in piena fase di cambiamento alla ricerca di nuove strade da percorrere e di nuovi elementi per stupire. Tuttavia, sarebbe bello che quel Damiano che tutti hanno apprezzato e stimato a Xfactor per il suo coraggio e la sua sfacciataggine non sparisse completamente, soppiantato da un dandy rock che non è altro che l’ombra di quello che è stato amato fino a pochi mesi fa. Damiano è stato visto spesso alle sfilate dell’alta moda di Milano e di Parigi: i suoi capelli ribelli e scompigliati hanno lasciato il posto a una chioma ben impomatata, che seppure ancora presenti un undercut aggressivo, non ha il carattere di quella mostrata fino a qualche tempo fa. Anche il trucco sbavato sotto gli occhi, che è stato uno dei suo marchi di fabbrica, ha lasciato il posto a un countouring poco rock e troppo dandy. Lo stile, d’altronde, non deve mai essere statico ma non bisogna mai perdere la propria essenza e Damiano David sembra non voler assolutamente fare quell’errore, perché sebbene sia in piena fase di pulizia dell’immagine, non ha rinunciato a un tatuaggio che secondo alcuni è al limite della blasfemia ma che, dal suo punto di vista, è semplicemente un altro modo per esprimere la sua personalità. Come dargli torto?

Condividi sui social

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *