La camicia button-down: cravatta sì o cravatta no?

Uno dei tratti distintivi di una camicia è il suo colletto. Non tutti sanno che questo è più di un semplice dettaglio; è una vera e propria caratteristica determinante per questo capo, perché in base alla sua tipologia la camicia cambia modalità di utilizzo.
Il modello button-down, per esempio, è la caratteristica peculiare delle camicie sportive. Si differenzia da quello classico perché le lance sono ancorate alla camicia con dei piccoli bottoni, nascosti o esposti. Questa è un’eredità delle camicie americane, un dettaglio che con il tempo è diventato un grande classico della moda maschile. Il bottone sul colletto nasce, in realtà, sui campi da polo nell’Ottocento, per evitare che i giocatori fossero infastiditi dal movimento e solo negli anni Sessanta è arrivato sulle camicie da uomo di tutti i giorni. In America, questo colletto è diffuso tra i giovani manager che amano lo stile business ma sportivo e quindi la camicia button-down abbinata alla cravatta è quasi la normalità. In Italia non è ancora così diffusa, nel nostro Paese siamo ancora legati ad uno stile più classico anche se sono tanti i giovani che iniziano ad apprezzare questo modello con la cravatta. Quindi sì, la camicia button-down si può indossare con la cravatta, con buona pace degli integralisti dello stile italiano, legati ad un concetto tradizionale che non concepisce il colletto button-down.
Tuttavia, bisogna fare attenzione al tipo di cravatta, perché non tutte si adattano.
Le migliori sono le cravatte sportive in maglia, molto di moda ultimamente, soprattutto con coda dritta. Possono essere chiamate anche cravatte tricot, in relazione alla particolare lavorazione del tessuto e richiedono un solo nodo di piccole dimensioni, quindi un nodo casual e asimmetrico. I modelli in lana di Bottega Veneta, per esempio, si abbinano perfettamente alle camicie artigianali su misura Severini, che si portano alla perfezione con un jeans e una giacca.
Ricordate che non esistono abbinamenti impossibili ma solo abbinamenti sbagliati!

Condividi sui social

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *