Guida al dress-code maschile

Sapete come comportarvi quando venite invitati a un evento con dress-code? Siamo qui per spiegarvelo! Ci sono molte occasioni in cui chi organizza un party, una serata o un qualsiasi altro appuntamento mondano richiede uno specifico dress-code, ossia impone (o gentilmente esige) che i suoi ospiti seguano una specifica indicazione per i loro outfit. Il dress-code è richiesto soprattutto quando si tratta di eventi d’alta classe ed è attraverso questo dettaglio che dovete capire se si tratta di un appuntamento formale o informale.
Come? Ve lo spieghiamo attraverso questa rapida guida al dress-code per uomo, per non farvi mai trovare impreparati in caso di necessità. Ricordatevi che se ricevete un invito che prevede uno specifico dress-code, non rispettarlo è alquanto irrispettoso nei confronti degli organizzatori.

Dress code black-tie

Ecco la richiesta più comune per gli eventi di alta classe, il dress code black tie. Tradotto letteralmente significa “cravatta nera” ma non cadere in errore. Quando nell’invito viene specificato black tie, se volete partecipare all’evento non dovete indossare una semplice cravatta nera ma un papillon e, quindi, lo smoking. E vi diamo un altro suggerimento se volete fare bella figura: non presentatevi mai ad un appuntamento di questo tipo con il papillon preformato. Nell’alta società è necessario, se non obbligatorio, indossare un papillon classico da annodare. Se non sapete come annodare un papillon chiedete aiuto a qualcuno più esperto ma evitate accuratamente quelli già confezionati. Papillon e smoking sono un connubio indissolubile ovviamente, ma se il dress-code black tie impone il cravattino nero, si può essere più elastici per quanto riguarda l’abito. A meno che non venga espressamente indicato, infatti, nessuno vi vieta di indossare un modello blu, come quello proposto da Ermenegildo Zegna, per esempio.

Se il dress-code black tie è piuttosto rigido e non ammette deroghe, esistono occasioni in cui nell’invito potreste trovare la dicitura “black-tie facoltativo”. Cosa significa? Che sebbene l’organizzatore apprezzi i partecipanti con lo smoking, non impedisce loro di indossare un altro tipo di abito, purché sia formale, quindi scuro, con camicia e cravatta.

Altra alternativa è il black tie creative: si sta diffondendo con sempre maggiore successo, soprattutto per le feste più originali e alla moda, che creano tendenze. Il dress code black-tie creative impone due semplici regole: indossare il papillon nero ed essere creativi nella scelta dell’outfit. Ovviamente, chi organizza l’evento dà anche altre indicazioni in questo caso, perché il più delle volte di tratta di appuntamenti a tema, quindi potreste trovare la dicitura “black-tie creative 1950” per esempio. In questo caso dovreste creare un look formale come se doveste essere catapultati negli anni Cinquanta.

Dress code white-tie

Difficilmente nella vostra vita potreste dover fare i conti con un dress code white-tie, a meno che non partecipiate a un matrimonio molto particolare o non frequentiate l’altissima società. Infatti, questo tipo di indicazione è univoco e non ammette nessuna deroga: con un invito con indicazione white-tie dovete necessariamente indossare il frac. È l’abito formale da uomo per eccellenza, composto dall’iconica giacca con coda di rondine, camicia bianca, panciotto dello stesso colore e papillon bianco. È richiesto esclusivamente alle serate di gala di un certo tipo e oggi lo indossano normalmente solamente alcune categorie di professionisti in occasioni molto formali, come gli ambasciatori.

Dress code casual

Fate attenzione a non confondere il dress code casual con un abbigliamento sciatto o sportivo. Non è questo il significato. Quando un invito prevede un dress code, si presume sempre che si tratti di un evento comunque elegante e come tale avete l’obbligo di vestirvi di conseguenza. Dress-code casual può significare che potete indossare un abito spezzato ma anche un maglione al posto della giacca. La camicia è sempre necessaria, diremmo obbligatoria, così come le scarpe in pelle e i pantaloni classici. Dovete imparare a leggere le circostanze in questo caso, perché in alcuni contesti potete anche osare qualcosa di ancora più casual, come la polo o i mocassini. Tuttavia, ci teniamo a darvi un consiglio: quando ricevete un invito dress-code casual indossate sempre un bel completo con cravatta scura. Nel caso in cui, una volta arrivati, vi doveste accorgere che l’evento è easy, potete togliere la cravatta e la giacca e sfoggiare un look casual-elegante di tutto rispetto. Ovviamente, in questo caso, date grande importanza alla camicia. Per non sbagliare potreste indossarne una artigianale su misura Severini, che fa la sua gran bella figura anche senza la giacca.

Condividi sui social

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *